Il nuovo colonialismo che sfrutta l’Africa è più complesso di quello antico
24 Giugno 2022 – 23:12

Africa, 24 Giugno 2022
Il continente si è affollato, assoggettato a interessi di ogni tipo: politici, economici, commerciali, anche ideologici e addirittura religiosi. E accanto a Stati Uniti e Gran Bretagna, sono oggi sul campo le economie emergenti …

Leggi articolo intero »
Home » Iniziative

Conferenza “L’impatto per l’Africa del conflitto nell’est europeo: una sfida per la sicurezza internazionale”

a cura di in data 5 Settembre 2022 – 21:59Nessun commento

Locandina

Pisa, 22 settembre 2022
Aula Magna, Scuola Superiore Sant’Anna (PISA)

Organizzata dalla Scuola Superiore Sant’Anna con la collaborazione della Divisione Vittorio Veneto dell’Esercito Italiano

1. Finalità dell’iniziativa
La Conferenza costituirà la prima iniziativa organizzata nell’ambito dell’attività di collaborazione tra il Comando Divisione Vittorio Veneto (futuro Comando della Divisione Multinazionale Sud della NATO) e la Scuola Superiore Sant’Anna, a seguito del Protocollo d’Intesa concluso nel maggio 2022. L’evento perfettamente risponde alle esigenze, identificate all’articolo 2 del Protocollo, “di aggiornamento costante e potenziamento di competenze e conoscenze dell’ambiente umano sotto il profilo politico, sociale, economico, infrastrutturale e dei mezzi di comunicazione, con particolare riferimento ai processi e alle strategie di ‘crisis management’”. A sua volta, il Protocollo si inserisce nel quadro dell’attuazione del comprehensive approach, introdotto con il concetto strategico della NATO del 2010, che prevede l’uso integrato di componenti militari e civili nell’ambito del crisis management, nella consapevolezza che la gestione di situazioni di crisi richiede in misura crescente un approccio integrato che non può esaurirsi nella dimensione prettamente militare.
La Conferenza intende quindi offrire una prima occasione di interazione tra mondo accademico, diplomatico e militare, per uno scambio di idee ed esperienze con l’obiettivo sia di stimolare ulteriormente la riflessione scientifica che di sviluppare strumenti di conoscenza capaci informare le scelte operative dei diversi livelli decisionali della NATO rispetto a situazioni di crisi, in particolare riconducibili al conflitto in corso nel territorio Est Europeo.

2. Inquadramento del tema della Conferenza
Il conflitto in corso è un evento di enorme portata non soltanto per la sua dimensione strettamente militare, ma anche per i suoi significativi riflessi geopolitici, economici, di sicurezza e sociali tanto nei Paesi più direttamente coinvolti, quanto in altre aree del mondo a questi fortemente connesse come l’Europa, l’Africa e l’Asia.
Le conseguenze a livello globale e regionale del conflitto costituiscono una sfida complessiva agli attuali assetti internazionali, coinvolgendo – e potenzialmente trasformando in profondità – alcuni aspetti essenziali della vita di relazione internazionale, sia quanto ai rapporti tra Stati, sia in relazione al ruolo delle principali organizzazioni internazionali. In tal senso, le tensioni generate dal conflitto ucraino potrebbero provocare o approfondire situazioni di crisi nei più diversi contesti geografici maggiormente rilevanti per l’Italia e i partner europei, nonché per l’Alleanza Atlantica.
In questo quadro, il continente africano – tenuto conto della grande eterogeneità dei contesti regionali, sub-regionali e nazionali che lo caratterizzano – riveste un’importanza fondamentale per il conseguimento degli obiettivi della politica estera italiana ed europea nonché degli obiettivi strategici della NATO, secondo quanto previsto dai principali documenti d’indirizzo dell’Alleanza. Le strutture dell’Alleanza sono pertanto chiamate, anche attraverso il coinvolgimento di soggetti istituzionali, scientifici e culturali della società civile (c.d. Non-Nato Entities) e la stretta interazione tra componenti militari e civili, a sviluppare e potenziare strumenti di conoscenza e analisi capaci di informarne l’azione e adeguarla al mutato contesto internazionale.
Per quanto attiene l’impatto del conflitto ucraino sul continente africano, appare necessario approfondire l’analisi dei principali nodi problematici già emersi o che potrebbero in futuro emergere, partendo da una prospettiva interdisciplinare capace di coinvolgere e far dialogare discipline quali il diritto, le relazioni internazionali, la scienza politica e gli studi strategici, secondo un approccio olistico, integrando analisi teorica ed empirica e favorendo lo scambio di esperienze tra la componente civile e militare.

3. Programma della Conferenza

  • 14.00 – 14.10 => Saluti della Prof.ssa Sabina NUTI, Rettrice della Scuola e del Gen. D. Angelo Michele RISTUCCIA, Comandante della Divisione Vittorio Veneto
  • 14.10 – 14.15 => Prof. Andrea de GUTTRY: Introduzione
  • 14.15 – 14.30 => Valentina BORGATTI (studentessa Master in International Security Studies), Mauro DE VIRGILIO (Allievo Ordinario, Giurisprudenza): Presentazione delle schede Paese sui rapporti tra la Russia ed altri Stati di rilievo con gli Stati africani
  • 14.30 – 14.50 => Prof. Francesco STRAZZARI (SSSA): “Profili geostrategici e possibili scenari futuri: un punto di vista europeo”
  • 14.50 – 15.10 => Prof. Melvis NDILOSEH, University of Yaoundè (Cameroon): “The impact of the ongoing war in Eastern Europe on Conflict Drivers and Situations in Africa: An African perspective”
  • 15.10 – 15.30 => Amb. Giuseppe MISTRETTA, Direttore Centrale per i Paesi dell’Africa sub-sahariana, DGMO-MAECI: “La guerra in atto nell’Est Europa e la (in)sicurezza alimentare in Africa: trend e possibili conseguenze”
  • 15.30 – 15.45 => Amb. Andrea ROMUSSI, Ambasciatore italiano in Burkina Faso: “Una prospettiva dal campo: l’impatto della guerra in Burkina Faso ed in alcuni Paesi limitrofi”
  • 15.45 – 16.00 => Coffee break
  • 16.00 – 16.20 => Gen. D. Angelo Michele RISTUCCIA, Comandante della Divisione Vittorio Veneto: “Sorpresa strategica e resilienza”.
  • 16.20 – 16.40 => Representative of the U.S. Africa Command (AFRICOM): “The new geopolitical aspects after the war in Ukraine. The new challenges for U.S. and NATO. The USA perspective”
  • 16.40 – 17.00 => Gen. B. (Aus) Francesco IPPOLITI: “La Russia ed il futuro ordine internazionale in Africa”
  • 17.00 – 17.10 => Prof. Andrea de GUTTRY (SSSA): “Profili giuridici ed istituzionali e prospettive di cooperazione UE/NATO in Africa”.
  • 17.10 – … => Q&A
  • 18.00 => Conclusioni

4. Indicazioni logistiche
La Conferenza si terrà il 22 settembre 2022, presso la Sede centrale della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (Piazza Martiri della Libertà, 33), Aula Magna. L’evento potrà altresì essere seguito da remoto, attraverso la piattaforma Webex, al seguente link: https://santannapisa.webex.com/santannapisa/j.php?MTID=m20499b40f5ecb9f37d96429932501c12.
Verrà chiesto agli invitati, qualora intendano partecipare, indifferentemente in presenza o a distanza, di darne comunicazione all’indirizzo: luca.poltronierirossetti@santannapisa.it

Di seguito la locandina in formato pdf o scaricabile al seguente link: Documento scaricabile

Locandina Conferenza Africa e guerra in Ucraina

 71 total views,  1 views today